Dedicato

Saturday, February 08, 2014

Dedicato alle gambe ed al profilo di questa città. Alle sue vie che avevo dimenticato. Quelle vie che conducevano alla vita, avanti e indietro, una, spesso due volte al giorno. Che portavano verso la fila, una fila con in coda altre vite. Dedicato alle sedie, alle panche, ai viali, per stagioni spesso viola, per umore spesso spogli. Dedicato alle facce, ai vecchi che passeggiano lenti, quelli con le mani incrociate dietro la schiena e la rassegnazione sotto il cappello. Dedicato ai pomeriggi ingannatori al profumo di caffè, quelli che ti han sempre abilmente nascosto il tempo che passava. Prestigiatori.








You Might Also Like

0 commenti

Subscribe