Cine-Brunetta

Monday, September 14, 2009

In mezzo a tutto questo bel quadretto di Paese non poteva mancare, naturalmente, il vomitare del nostro (?) caro ministro Brunetta, scagliatosi, questa volta, contro i registi: "cineasti parassiti, gente che ha preso tanti soldi e ha incassato poco al botteghino. Gente che non ha mai lavorato per il bene del Paese, anzi non ha mai lavorato". Ciò che ne vien fuori chiaro dal Brunetta-pensiero è che chi fa film che guadagnano poco al botteghino è un fannullone, ergo...parassita e va tagliato. Fuori! Bene, è sconcertante il fatto che oltre che a dimostrare di capirci ben poco di cultura, cinema, ecc..., il nostro (?) caro ministro lascia intendere che i film da finanziare sono preferibilmente tutta quella serie di cine-panettoni scollacciati (i Natale a Rio, i Natale a Rio Murtas, ...) che, vista anche la bella gente tra cui viviamo, sono quelli che, effettivamente, più incassano al botteghino, tanto per continuare ad innalzare la cultura generale di queste genti italiche.
Perchè, in questo Paese, tutto va sempre a finire a...nani e bal...lerine.

Siamo ben messi...si, proprio ben messi.

Ed ora? Puntatone di Porta a Porta dall'amico Bruno? Why not?

You Might Also Like

0 commenti

Subscribe