Giganti nella memoria

Tuesday, July 04, 2006


Sardegna, museo a cielo aperto. Megalitiche presenze ovunque, millenni di storia in ogni soffio di vento maestro. Angoli sconosciuti ai più, grave quando "i più" son Sardi. Le chiamano Tombe dei Giganti, e di gigante hanno se stesse come tombe preistoriche quanto i macigni di pietra e della memoria.
Prendiamo quella di Siddi, alta Marmilla, esempio non per coprire le altre, ma per scoprirle, piuttosto. Visitatela meglio al calare del sole, meglio d'inverno. Il buon Luca racconta anche di attuali misteriose processioni notturne di nuovi druidi alla ricerca di fonti di energia. Ma è tutto molto più semplice: protome taurina in silenziosa attesa e vincitrice sul tempo, ha custodito corpi, ha visto i riti di funerali antichi ed è giunta sino a noi per ricordarci delle sue genti che, seduti nell'esedra, ci lasciano un messaggio di quando i Sardi erano felici, tanto per parafrasare Sergio Atzeni. Andatela a vedere, a viverla.

You Might Also Like

0 commenti

Subscribe